mostra sidebar e contenuto

Matteo Thun Design


matteo_thum
Matteo Thun – lo spirito del luogo espresso nell’architettura
Aprire la porta e poi il cuore “Due luoghi di assoluto ritiro, due bozzoli. Consentono di vedere fuori pur essendo protetti dal mondo esterno: un senso di sicurezza simile a quello conferito dal grembo materno. Due design semplici: linee chiare, volumi cubici. Un luogo intimo, un’oasi di pace. Assenza di elementi fastidiosi e di tecnologie visibili che impediscono di rilassarsi.”

Sentirsi avvolti da una sensazione piacevolissima
Molto legno, molto vetro, molta intimità. Il look esclusivo e spiccato di questa sauna è completamente dettato dal gioco alterno di listelli di legno e spiragli. Scegliete secondo il vostro gusto tra abete canadese, quercia e noce. Le pareti laterali anteriori e la parte frontale sono inoltre realizzate in vetro (filo soffitto) Ne risulta un’apertura visuale verso l’esterno, che al contempo gioca virtuosamente con la luce indicente. Nondimeno è praticamente impossibile vedere dentro la sauna dall’esterno. Quale altra sauna offre una protezione così assoluta dell’intimità?

Si tratta di luce e non delle luci
Particolare attenzione è stata dedicata al design dell’illumina-zione. Negli angoli dei grandi gradini-sedili invitanti sono integrate luci occultate. Un’altra fonte di luce si trova dietro la scanalatura al di sotto del soffitto. Tutto quello che si vede è la luce che conferisce allo spazio un senso di maggiore dimensione e profondità aiutando così a rilassarsi. Il design di Matteo Thun si basa sul principio della tecnologia invisibile Per questo motivo anche la stufa è posta sotto panca.

Due mondi del benessere, un linguaggio stilistico
La sauna che è sinonimo di spa. La visione che è sinonimo di innovazione. Il design che è sinonimo di manifattura. Dalla collaborazione di Matteo Thun e Antonio Rodriguez con KLAFS è nata un’unione spirituale fra i fratelli. Da una parte i due architetti e designer Matteo Thun e Antonio Rodriguez, dall’altra KLAFS con il suo know-how esclusivo in tema di sauna e spa. Il risultato: due oasi del benessere con caratteri, funzioni e dotazioni differenti; due oasi del benessere che si completano alla perfezione.

Un paradiso terrestre, puro piacere
Il colore dell’innocenza e della purezza: il bianco. Un vero bagno turco è in marmo bianco. E vetro. Così come questo. La parte frontale in vetro opacizzato avvince lo sguardo con un gioco alterno di grandi aree opaline e sottili aperture visuali a forma di listello, creando una trasparenza incantevole. Le pareti laterali interne e la parete posteriore, realizzate in un agglomerato di quarzo resistente all’umidità, forgiano la forma grafica della parte frontale in vetro attraverso aperture orizzontali. Uno spazio nello spazio.

Paradisiaca, anche l’illuminazione
La visione era quella di creare un paradiso terrestre; in tal merito anche l’illuminazione svolge un ruolo importante. Poiché le luci sono integrate nel soffitto, è come se l’ambiente fosse accarezzato dai raggi del sole. la parete posteriore è illuminata da una fonte luminosa indiretta.