mostra sidebar e contenuto

Ossigeno attivo

Ossigeno attivo

L’ossigeno attivo è una delle alternative al cloro più conosciute ed in commercio da più tempo. Alcune aziende hanno cominciato a commercializzarlo già negli anni ’80 per utilizzarlo come disinfettante per piscine.

I vantaggi

Come si intuisce dal nome, l’ossigeno è un ottimo prodotto per ossidare i residui organici e i batteri, dunque un efficace disinfettante, distrugge anche le fastidiosissime clorammine, la causa principale della sensazione di bruciore agli occhi.

A differenza del cloro, l’ossigeno è incolore e inodore, non irrita la pelle e le mucose. Avendo un pH basso, contribuisce anche a ridurre l’utilizzo di acidi per regolare il pH dell’acqua. Le piscine trattate con l’ossigeno sono note per avere un’acqua cristallina, inoltre l’ossigeno attivo non attacca o scolorisce i rivestimenti in PVC, prolungandone la vita.

Gli svantaggi

L’ossigeno non è un prodotto stabilizzato, quindi il suo utilizzo è più complesso del cloro, richiede una maggior attenzione al controllo dei valori dell’acqua e un utilizzo più frequente del cloro. Per questo motivo è meglio utilizzarlo con un sistema di dosaggio automatico. L’altro problema dell’ossigeno è il suo costo, che è almeno doppio rispetto al cloro tradizionale e la sua efficacia è valida fino ad una temperatura di 28°C, oltre richiede alti dosaggi.