mostra sidebar e contenuto

Sauna collettiva

 

SAUNA IN CONDOMINIO O IN COLLETTIVO
In edifici plurifamiliari, alberghi, sanatori, aziende industriali, scuole, ostelli della gioventù, impianti sportivi, troviamo sempre più spesso nell’Europa centrale anche impianti collettivi di sauna. La loro progettazione naturalmente obbedisce anche a criteri economici. E’ necessario inoltre che uomini e donne vi possano accedere separatamente. In questi casi il montaggio di due cabine offre i seguenti vantaggi: che se il numero dei frequentatori è scarso basta tenere in esercizio una sola cabina, oppure dividere i frequentatori secondo il sesso, usando le due cabine contemporaneamente.
E’ naturale che una sauna collettiva richiede una più rigida osservanza delle norme igieniche rispetto ad una privata. Negli alberghi o negli impianti semipubblici di un’azienda o associazione la disposizione dei locali deve tener conto del vario succedersi delle operazioni di sauna, e cioè: dopo un’ingresso di sufficienti dimensioni, che può servire anche come bar per qualche consumazione, seguono gli spogliatoi, poi il locale con docce calde per la pulizia preliminare, quindi, separato da questo il locale dell’acqua fredda con la cabina di sauna e il wc; da questo locale si deve poter passare direttamente all’aperto. Il locale destinato al riposo va invece separato da tutti gli altri.